Le parole tra le dita

Dal libro alle immagini, dalle immagini al video.

Il progetto “Le parole tra le dita” nasce dall’idea che ognuno di noi, nel suo privato rapporto con il libro, crei un proprio personalissimo film dentro di sé e dia la possibilità ai personaggi incontrati tra le pagine di esistere, almeno intimamente, per davvero.
La lettura della pagina scritta accende la nostra immaginazione, e ogni dettaglio raccontato dall’autore viene rielaborato dalla nostra mente che crea immediatamente le immagini di ciò che leggiamo: potremmo dire che, sullo schermo che abbiamo dentro, l’autore del libro è lo sceneggiatore del film, e noi lettori i registi.
L’obiettivo di “Le parole tra le dita” è quello di avvicinare i giovanissimi alla lettura, stimolando la loro creatività grazie alle affinità e alle connessioni che i libri hanno con le arti visive, e in particolare con il cinema e il fumetto. Un percorso ludico-didattico avvicinerà i giovani alla lettura e li incoraggerà a stimolare la propria creatività e i propri mezzi espressivi con un approccio multidisciplinare.
Il percorso proposto partirà dalla lettura di grandi classici per poi evolversi nella stesura di un racconto per immagini fino ad arrivare alla scrittura di una mini sceneggiatura cinematografica ed apprendere tutti i principali aspetti legati al mondo del cinema.
Le ragazze e ragazzi coinvolti impareranno il collegamento tra discipline soltanto in apparenza diverse e come la gratificazione arrivi dopo un lavoro lungo, ma divertente, lavoro di collaborazione e confronto con gli altri

“Le parole tra le dita” si inserisce nell’ambito della manifestazione “Leggere in tutte le forme 2019” promossa da Biblioteche di Roma con il sostegno di Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale.